Diving Tips

Immersioni a Panarea in un mare di bollicine

Bollicine Panarea_ingvStudio dell' "effetto champagne" (Foto by Ingv)

Praticare immersioni a Panarea, nelle Eolie, è un’esperienza sorprendente e singolare. Qui, per via della particolare conformazione dei fondali marini, si ha l’impressione di stare dentro ad una bottiglia di Champagne. Il mare appare pieno di bollicine che fuoriescono da una profondità di 20 m, formando delle colonne e rendendo questo posto incantevole e magico.

Il motivo di questo curioso fenomeno è da attribuire al fatto che Panarea, e l’insieme dei vari isolotti che la circondano, poggia su un vulcano, il quale dimostra la sua presenza attraverso uno spettacolo davvero speciale: le migliaia di bollicine dovuti ai gas vulcanici. Questi sono formati da acido sulfureo che in acqua non è dannoso ma nonostante ciò può essere leggermente urticante.

Le immersioni a Panarea possono risultare davvero divertenti per gli appassionati sub che vanno in esplorazione in questa zona. Poiché la produzione di bollicine non è regolare, infatti si può assistere ad emissioni da diversi punti o da uno solo; si deve essere davvero fortunati a vedere lo spettacolo in tutta la sua estensione.

immersioni a Panarea (Foto by Ingv)
Panarea (Foto by Ingv)

L’attività vulcanica sottomarina, appena descritta, viene definita gergalmente “effetto champagne”, ma non è l’unico fenomeno. Infatti, nella zona sono presenti delle “nevicate subacquee” dovute ai fiocchi di zolfo colloidale di colore bianco che si sprigionano durante le eruzioni marine. E’ doveroso dire che le immersioni vicine a questi punti di “eruzione” possono essere altamente pericolose a causa dell’alta temperatura e alle turbolenze.

DiveCircle