diving Oman

AsiaDestinazioniSlider

Crociera in Oman, tra fondali incantati e profumi di incenso

oman

Una crociera in Oman ti sorprenderà molto più di quanto tu possa immaginare. Situato sulla penisola del Mar Arabico, il Sultanato dell’Oman ti conquisterà con i suoi immensi deserti, il suo mare meraviglioso, la sua atmosfera esotica ed un popolo ospitale e cordiale.

Tappa degli epici viaggi di Marco Polo, terra natia del leggendario marinaio Sinbad, dimora della Regina di Saba e ambientazione di alcune delle novelle del libro “Le mille e una notte”, questa misteriosa terra nasconde preziosi tesori tutti da scoprire. Distese infinite di dune, oasi, valli, bacini naturali, montagne, acque calde e ricche di vita, spiagge, foreste, animali rari, bellissime città costellate da splendidi esempi di architettura araba, artigianato, gioielli di rara bellezza, tessuti pregiati, profumi di incensi e spezie, sapori esotici… questo e molto altro ti attende nel corso della tua crociera in Oman.

Crocevia di tre continenti, Emirati Arabi, Arabia Saudita e Yemen, l’Oman vanta ben 1700 km di coste adagiate lungo l’Oceano Indiano e un universo sottomarino abitato da 85 generi di coralli duri e molli e ben 900 specie di pesci.

Sub, snorkeler e appassionati di whale watching vedranno realizzato ogni loro desiderio e resteranno incantanti alla vista di sgargianti distese di coralli, enormi banchi di pesci di barriera, mola mola (pesci luna), squali pinna bianca, squali balena, megattere, mante, capodogli, tartarughe verdi e embricate e persino delfini stenelle e tursiopi, ippocampi, pesci pappagallo, pesci angelo, nudibranchi e balene.

crociera in oman

Il periodo migliore per effettuare una crociera in Oman va da novembre a febbraio/marzo, periodo caratterizzato da temperature calde di giorno, ma piacevolmente fresche di notte. Inoltre, tra febbraio e marzo, la possibilità di immergersi in compagnie di balene e delfini aumenta notevolmente.

L’Oman è la destinazione perfetta per una vacanza rilassante, durante la quale alternare bellissime immersioni alla portata di tutti, a gite nel deserto, escursioni tra spettacolari canyon e cristallini bacini naturali, giri tra i tantissimi e pittoreschi suk alla ricerca del souvenir perfetto e tour gastronomici per assaporare una cucina che delizierà il vostro palato e stuzzicherà tutti i vostri sensi.

Clicca qui per conoscere di più su questa meta o scopri qui tutte le offerte e prenota subito la tua crociera in Oman!

AsiaDestinazioni

Crociera sub in Oman, una perla nel Medio Oriente

Spiaggia Oman

La vostra prossima vacanza sarà una crociera sub in Oman? Allora preparatevi ad essere sedotti da una delle destinazioni più affascinanti, misteriose ed intriganti del Medio Oriente.

Paesaggio Oman

 

Situato sulla penisola del Mar Arabico, il Sultanato dell’Oman è molto più che uno stato deserto e secco, come in molti potrebbero supporre. Vi ritroverete ad ammirare paesaggi meravigliosi, avvolti da una cultura araba-islamica dal sapore esotico che vi conquisterà.

Vasti deserti, wadi (valli scavata nei millenni dallo scorrere dei fiumi), montagne, acque calde, spiagge incontaminate, foreste inesplorate, un popolo gentile e ospitale, esempi architettonici di una bellezza regale, gioielli, artigianato, profumo di incenso e olibano e una cultura gastronomica frutto di contaminazioni libanesi, arabe e indiane, vi aspettano durante la vostra crociera sub in Oman.

Il mondo sottomarino dell’Oman

Una crociera sub in Oman vi consentirà di scoprire un inaspettato universo sottomarino, ancora sconosciuto ai più, ma che, con un enorme quantità di pesci pelagici e splendide barriere coralline, nulla ha da invidiare ad altri siti di immersione più noti.

Il Golfo dell’Oman ospita 85 generi di coralli duri e molli e ben 900 specie di pesci. La popolazione ittica di queste acque è talmente numerosa e varia, da riservare ogni giorno nuove scoperte.

Sub, snorkeler e appassionati di whale watching resteranno incantanti alla vista di enormi distese incontaminate di coloratissimi coralli, enormi banchi di pesci di barriera, mola mola (pesci luna), squali pinna bianca, squali balena, megattere, mante, capodogli, tartarughe verdi e embricate e persino delfini stenelle e tursiopi.

L’industria del diving in Oman non è ancora al pari con quella di altre zone, ma è si sta sviluppando molto rapidamente anche grazie alle politiche progressiste ed ecologiche dei sultani, che stanno migliorando la salute di questi mari anno dopo anno. Per questo motivo, e per la scarsità di importanti correnti, l’Oman non è da considerarsi ancora un punto di riferimento per i subacquei più esperti e temerari, ma una destinazione per una vacanza rilassante, dove potrete fare tranquille immersioni al mattino, e in pomeriggio visitare il deserto con i suoi spettacolari canyon costellati di cristallini bacini naturali.

E quale modo migliore per godere di tanta bellezza se non attraverso una crociera?!

Crociera sub in Oman: quando e dove andare?

Il periodo migliore per effettuare una crociera sub in Oman va da novembre a febbraio/marzo, periodo caratterizzato da temperature calde di giorno, ma piacevolmente fresche di notte. La temperatura del Mare Arabico è sufficientemente calda da consentire immersioni tutto l’anno, ma raggiunge i suoi picchi in primavera ed autunno (circa 28 ° C), scendendo di alcuni gradi in estate per via del vento che ne aumenta l’evaporazione. Discorso diverso per le acque del Golfo dell’Oman che in estate possono raggiungere anche i 31°C. In ogni caso, una muta da 3 mm sarà sufficiente.

I mesi invernali sono il momento ideale per visitare l’Oman grazie alla migliore visibilità delle acque e ad una vita marina più varia ed intensa. La visibilità media delle immersioni si aggira intorno ai 15 m, tuttavia, in condizioni di upwelling e correnti favorevoli, può superare i 25 m.

Muscat

Muscat, la capitale del Sultanato dell’Oman, presenta oltre 20 siti di immersione a cui accedere durante una crociera sub in Oman. La città, che si estende per ben 1500 chilometri quadrati sulla costa orientale, un tempo era famosa per essere una potenza commerciale con una forte influenza sull’intera area dell’Oceano Indiano, grazie soprattutto all’esportazione di datteri e madreperla.

Muscat si presenta come una perfetta commistione di antico e moderno, racchiusa tra un impressionante complesso montuoso da un lato, e il Mar Arabico dall’altro. Grandi moschee, fortezze, souk, dimore tipiche, musei e torri si alternano, in un armonioso equilibrio, a centri commerciali, moderne autostrade, hotel extra lusso, aeroporti e porti marittimi; una metropoli moderna e altamente ingegnerizzata puntellata da elementi arabi di rara bellezza e abitata da un popolo cordiale e ospitale.

Muscat è il punto di partenza di escursioni, che vanno da uno a diversi giorni, alla scoperta dell’entroterra montano con sorgenti termali e stagni naturali, ma soprattutto di brevi viaggi e crociere per ammirare la deposizione delle uova delle tartarughe verdi, i delfini, le balene e le meraviglie del paesaggio costiero.

La grotta dell’isola di Fahal, la baia di Bandar Al Khayran e il relitto “Al-Munassir”, habitat di una ricca popolazione di ippocampi, sono tre fra i punti di immersione più famosi della capitale. L’assenza di correnti e l’ottima visibilità in tutti i periodi dell’anno, fanno di questo luogo il punto ideale per le immersioni di principianti e sub meno esperti. 

Musandam

La penisola di Musandam, con una superficie di 1.800 chilometri quadrati, si protende dalla penisola arabica verso lo stretto di Hormuz, la stretta entrata nel Golfo Persico. La penisola è un’exclave dell’Oman, separata dal resto del paese dagli Emirati Arabi. La sua posizione dà all’Oman un controllo parziale, condiviso con l’Iran, dello stretto.

L’area è caratterizzata da grandi montagne frastagliate, che cadono a strapiombo in mare e da una costa scolpita da innumerevoli fiordi, baie e isole. Lo straordinario scenario presente sulla superficie dell’acqua, prosegue, con uguale bellezza, in profondità, con impressionanti discese e un’incredibile varietà di coralli e specie marina.

Le acque che circondano Musandam e lo Stretto di Hormuz offrono una barriera corallina molto ricca ed esuberante. Le acque, ricche di plancton e le correnti locali attirano oltre 900 specie di pesci, una vasta gamma di esemplari pelagici che include mante giganti, labridi, tartarughe, aquile di mare, squali balena e delfini, amanti delle calme acque dei fiordi di Musandam. In poco più di 60 minuti di navigazione, si concentrano oltre 25 siti di immersione dove poter praticare per lo più immersioni in corrente.

Khasab e Dibba sono le due città principali per effettuare immersioni nella regione del Mussandam. In questi luoghi, le baie nascoste e le insenature rendono le escursioni diving particolarmente affascinanti. La vita marina qui è animata da ippocampi, pesci pappagallo, pesci angelo, delfini, balene (avvistabili a febbraio in particolar modo) e nudibranchi.  Ricordate che tra febbraio e marzo, la possibilità di immergersi in compagnie di balene e delfini aumenta notevolmente.

Altre mete

Mirbat e Salalah sono le città principali per chi, nel corso della sua crociera sub in Oman, desidera fare immersioni nella regione del Dhofar. Salalah è inoltre essa stessa il punto di partenza di moltissime crociere.

Le acque di questa zona sono particolarmente indicate per chi voglia immergersi in compagnie di razze, pesci pappagallo, pesci angelo, tartarughe, seppie, piovre, murene e nudibranchi. Altra particolarità di queste acque, oltre alla presenza di stupendi coralli molli e duri, è la presenza della cosiddetta foresta di Kelp, uno spettacolare tappeto di alghe sottomarine che si crea in seguito alla stagione del Khareef (da ottobre a dicembre).

Nel nord dell’Oman, nella regione di al-Bāṭina, la cittadina di Barka è il punto di partenza per le escursioni verso le Isole Daymaniyat, il vero paradiso per i subacquei in Oman. Queste isole rappresentano l’unico parco marino protetto del Sultanato dell’Oman; sono chiuse da maggio a ottobre ogni anno, per consentire alle specie marine di prosperare; questo fa sì che da novembre a febbraio le acque pullulino di minuscoli nudibranchi di tutti i colori. Le isole Daymaniyat, da marzo a giugno, sono anche terreno di nidificazione per le tartarughe embricate, specie sempre più rara. Non mancano occasionali avvistamenti di squali balena.

Queste isole offrono dei punti di immersione spettacolari ed estremamente affascinanti: Clive Rock, il più remoto della costa, Devil Point, l’Acquarium ed il Garden Of Edendove. Inoltre degni nota anche i punti di immersione di Shark Alley, la splendida Cave in the Wall e lo Stingray Paradise dove sono presenti razze, cernie e murene.­

Altra meta degna di nota, Ras al Jinz, situata sulla costa di Sharqiya, dove centinaia di tartarughe verdi ogni anno si recano per deporre le uova.

 

Cliccate qui per scoprire le nostre offerte e realizzate il sogno di una crociera sub in Oman!

 

AsiaDestinazioni

Diving in Musandam, penisola nel cuore del Medio Oriente

Musandam-Oman

Avete mai pensato di fare diving in Musandam? No!? Leggete e cambierete idea.

Situato alle porte del Golfo Persico, il Musandam, è un’affascinante penisola appartenente allo stato dell’Oman, in cui terra e mare si incontrano in maniera prepotente. Un luogo poco conosciuto, che consigliamo a tutti di visitare, per provare l’esperienza diving in Oman.

Diving in Musandam

Il Musandam può vantare numerosi punti diving (se ne possono contare circa 40), differenti l’uno dall’altro per il diverso grado di difficoltà: si passa, infatti, da percorsi più semplici, con una profondità massima di 20 metri, alle immersioni in corrente, più estreme ed impegnative per il fatto che si raggiungono profondità più importanti, essendo svolte intorno a degli isolotti situati in mezzo al mare. Un territorio ideale non solo per fare diving ma anche per il bird-watching. Infatti la presenza dei falchi pescatori è davvero degna di nota e spesso, durante le escursioni in barca vicino agli isolotti, è possibile osservare i loro nidi realizzati a picco sulle basse costiere.

Le pochissime strade percorribili sulla Penisola non coprono tutto il territorio. Per questo motivo alcuni luoghi possono essere raggiunti esclusivamente via mare. Per godere appieno delle bellezze di questa terra e dei suoi fondali, il nostro consiglio, è quello di seguire uno specifico itinerario con partenza da Dibba, località situata sull’Oceano Indiano e confinante con Fujairah, stato degli Emirati Arabi. Da qui, è possibile partire in escursione imbarcandosi sulle dhow, tipiche barche da crociera locali, comode, spaziose ed attrezzate per praticare immersioni, diciamo, “spartane”.

diving in musandam

Periodo migliore per il diving in Musandam

Oman Diving è sinonimo di acque limpide, arcipelaghi incontaminati, coralli e relitti, anche se poco conosciuta, il Musandam, è una destinazione perfetta per il diving in Oman ogni periodo dell’anno. La temperatura delle sue acque si aggira in ogni stagione tra i 21 ed i 30°C. Se proprio dovessimo consigliare un periodo migliore per fare immersioni in Musandam, diremmo l’inverno, per due semplici motivi: la migliore visibilità subacquea dovuta alla maggiore limpidezza delle acque e la temperatura esterna più mite (in Estate, infatti, si raggiungono temperature esterne che si aggirano intorno ai 50°C). Date le temperature, per fare diving in Musandam è sufficiente una muta umida 5 mm, ma vi consiglio comunque calzari e cappuccio per svolgere l’attività nel massimo comfort.

Perché un viaggio in Musandam?

La particolare conformazione geologica della penisola offre a tutti i visitatori del Musandam uno scenario davvero unico, verso il quale è difficile rimanere indifferenti: un deserto montuoso a picco sul mare, con le diverse stratificazioni rocciose che svettano dalle acque del mare. Affacciandosi sullo stretto di Hormuz, il Musandam, si trova esattamente nel punto in cui le acque del Golfo Persico, ad Est, si incontrano con quelle dell’Oceano Indiano, ad Ovest. Qui, passano numerose correnti marine, ricche di nutrienti, che favoriscono la proliferazione della vita. Nonostante la pesca locale, le acque del Musandam, sono ricche di biodiversità; ad ogni immersione è possibile vedere numerose varietà di pesci pelagici e di barriera: squali balena e leopardo, ma anche, allontanandosi dalla costa, a profondità maggiori, squali martello e squali grigi (anche se questi ultimi, purtroppo, vengono pescati quotidianamente); tartarughe, murene, aragoste e centinaia di altre specie di pesci.

Scopri le nostre offerte e prenota subito la tua crociera a Musandam!