Chat with us, powered by LiveChat
AfricaDestinazioniSlider

Vacanza sub a Capo Verde, meraviglia dell’atlantico

vacanza-sub-capo-verde

Una vacanza sub a Capo Verde è il modo migliore per scoprire un magnifico arcipelago, meno noto nel mondo della subacquea rispetto a mete più blasonate, ma custode di un ecosistema marino spettacolare ed estremamente diversificato.

La Repubblica di Capo Verde è uno stato insulare dell’Africa occidentale costituito da un arcipelago di dieci isole vulcaniche e otto isolotti, situati a circa 500 km al largo delle coste del Senegal. Appartiene al quella zona dell’Oceano Atlantico settentrionale conosciuta come Macaronesia, di cui fanno parte anche le Azzorre, Madera, le Canarie, le Selvagge, le Desertas e l’Isola di Porto Santo.

L’arcipelago è diviso in due zone, le Ilhas do Barlavento a nord e le Ilhas do Sotavento a sud. Il gruppo di Barlavento o Sopravento è costituito dalle isole di: Santo Antão, São Vicente, Santa Luzia (disabitata), São Nicolau, Ilha do Sal e Boa Vista; il gruppo di Sotavento o Sottovento, più a sud, include le isole di: Maio, Santiago (che ospita la capitale Praia), Fogo e Brava.

La morfologia dell’arcipelago muta molto tra un’isola e l’altra, passando da scenari desertici a spiagge candide, da vette montuose a verdi valli. Paesaggi di estrema bellezza e un clima mite tutto l’anno rendono Capo Verde una meta turistica sempre più gettonata dagli appassionati di immersioni, snorkeling e sport acquatici.

Crocevia di calde acque tropicali e fredde correnti atlantiche, i fondali di Capo Verde custodiscono formazioni vulcaniche, coralli, caverne, pareti, secche e relitti, tra cui nuotano specie tropicali, atlantiche e mediterranee. La fauna marina, infatti, è estremamente ricca e diversificata; infatti durante una vacanza sub a Capo Verde è possibile incontrare nudibranchi, crostacei, polipi, calamari, gamberi, granchi, aragoste, anguille, serpenti marini, barracuda, cernie, tonni, labridi, razze, trigoni, murene, lutianidi, saraghi, tonni pinna gialla e tantissimi pesci tropicali. Sono spesso avvistati anche delfini e squali tra limone, martello, nutrice, mako, tigre e toro. Inoltre tartarughe liuto, embricate e caretta caretta scelgono queste spiagge per deporre le loro uova tra Luglio e Settembre. Nei mesi invernali, tra Febbraio e Maggio, è possibile ammirare anche balenottere e megattere, mentre, da Luglio a Novembre, squali balena e mante.

Dove immergersi

L’arcipelago di Capo Verde comprende 10 isole principale e 8 isolotti, ma le immersioni sono possibili solo su 3 delle 10 isole abitate.

L’isola di Boa Vista con le sue barriere coralline poco profonde, offre immersioni adatte a sub di ogni livello ed è il luogo ideale dove poter ammirare le tartarughe marine e le megattere.

Santiago, la più grande isola di Capo Verde e sede della capitale Praia, è nota non solo per l’abbondante vita marina, ma soprattutto per la grande quantità di relitti (oltre 14).

Senza alcun dubbio, l’isola con il turismo subacqueo più sviluppato è Sal. L’isola ospita 25 siti d’immersione caratterizzati dalla presenza di pareti vulcaniche, secche, grotte e tunnel e da una sorprendente vita marina. Sal è anche il luogo perfetto per gli amanti della vita da spiaggia, con le sue distese di sabbia candida, e per gli appassionati di sport acquatici, come il kitesurfing, il windsurf e la pesca.

Tra i siti di immersione principali dell’isola di Sal troviamo le Tre Grotte (3 Grotes), tre suggestive grotte vicine a una parete rocciosa, che si innalza da un fondale di 20 metri. A Farol, invece, le immersioni avvengono su una piattaforma rocciosa che degrada dolcemente su un fondale sabbioso. Altro punto perfetto per le immersioni è Cavala, una fantastica piattaforma rocciosa costeggiata da una parete sulla cui base si aprono grotte e fenditure. Altri siti imperdibili sono Choclassa, una secca a circa 4 km di navigazione dall’isola, e la Buracona, una grotta vulcanica caratterizzata da magnifici giochi di luce.

L’isola ospita anche due relitti: il relitto Santo Antäo, un cargo portoghese affondato nel 1956 e spezzata in tre tronconi, e il peschereccio Kwarcit-Boris imbarcazione di origine Russa utilizzata per il trasporto di profughi dal Sengal, affondata deliberatamente nel gennaio 2006. Entrambi i relitti sono ora dimora di una grande quantità e varietà di creature marine come coralli, trigoni, carangidi, nudibranchi, pesci di barriera e squali.

A Sal vi è anche l’unica Riserva Marina: Baia da Murdeira. A questo proposito, vi ricordiamo che Capo Verde ospita moltissimi parchi e riserve da visitare, infatti in questo arcipelago troviamo 19 Riserve Naturali, 10 Paesaggi Protetti e 6 Monumenti Naturali. Altre tappe imperdibili, tra un’immersione e l’altra, sono le splendide città dall’architettura tipicamente coloniale che si trovano sparse per l’intero arcipelago, le tipiche miniere di sale e le meravigliose spiagge dal candore accecante.

Vacanza sub a Capo Verde: quando andare

Avendo un buon clima, in teoria le isole di Capo Verde possono essere visitate tutto l’anno. Però in inverno sono preferibili le Sotavento, perché meno ventilate, in estate le Barlavento, per via del cielo meno nuvoloso e per il minor rischio di uragani. In generale i periodo migliori sono Maggio, Giugno, la prima metà di Luglio, più Novembre.

Nell’arcipelago di Capo Verde il clima è tropicale e secco, con temperature in genere non troppo elevate (la temperatura media annuale si attesta intorno ai 24°C) per via di una corrente marina fredda e degli alisei, che soffiano soprattutto da Novembre a Maggio. Raramente può capitare che la temperatura raggiunga 35/37 gradi da Maggio a Ottobre, quando il vento soffia dall’Africa.

La stagione secca, con un clima asciutto e temperato, va da Novembre a Luglio, mentre la stagione delle piogge, calda e afosa, da Agosto ad Ottobre. In realtà, malgrado questa denominazione tipica della zone tropicali, capita spesso che nella stagione delle piogge non piova per intere settimane.

Scopri le offerte di DiveCircle e prenota subito la tua vacanza sub a Capo Verde!

DiveCircle
Leave a Comment