Chat with us, powered by LiveChat
Marine Life

Whale Watching: dove e come osservare le balene

whale watching alle azzorre

Organizzare un viaggio sub significa anche andare alla ricerca di esperienze speciali da condividere con i nostri compagni di viaggio per innamorarci ogni volta del mare e dei suoi abitanti: quindi via libera alle immersioni, allo snorkeling e al whale watching?

Quest’ultimo è sicuramente uno degli spettacoli più suggestivi offerti dalla naturaAmmirare le grandi balene nel loro habitat naturale, mentre nuotano in libertà, è un’esperienza straordinaria, una di quelle che difficilmente si dimenticano.

Whale watching: come ammirare questo spettacolo della natura  

L’osservazione delle balene è sicuramente una delle attrazioni più straordinarie che il mare è in grado di offrirci. Il whale watching, espressione che deriva dalla più comune bird watching (osservazione degli uccelli) indica infatti la possibilità di ammirare i grandi cetacei nel loro habitat naturale 

Navigare alla ricerca delle balene è estremamente eccitante e appassionante e tanti sono i luoghi dove poter fare whale watching. L’osservazione viene praticata tramite escursioni in barca, organizzate da operatori specializzati, in luoghi abitualmente frequentati da popolazioni di cetacei particolarmente vaste.  

L’escursione è un’emozione unica sia per gli adulti che per i bambini. Questi ultimi avranno la possibilità di vivere il loro primo incontro con i grandi abitanti del mare vivendo un’esperienza che ricorderanno per tutta la vita.  

Se avete intenzione di praticare il whale watching armatevi di binocolo, macchina fotografica e tanta, tantissima pazienza. Per avvistare i cetacei infatti, è necessario osservare continuamente la superficie del mare, alla ricerca di increspature anomale, sbruffi, spruzzi e pinne.   

Le giornate più adatte per farlo sono quelle con mare calmo e prive di vento. Non esistono orari, appuntamenti né programmi, dal momento che si naviga alla ricerca di animali liberi di muoversi in mare aperto e capaci di compiere lunghissime distanze.  

Ma non scoraggiatevi: a fronte di ipotetiche ore di navigazione, anche un solo avvistamento vi regalerà emozioni di una tale intensità, da scuotere i punti più reconditi del vostro animo.  

La certezza di essere infinitamente piccoli dinnanzi alla grandezza di queste creature, vi ripagherà di ogni attesa e vi regalerà emozioni che non è possibile descrivere a parole.  

Whale watching in Madagascar  

Durante l’inverno australe, da giugno a fine settembre, il mare intorno alla costa nord orientale del Madagascar, offre uno degli spettacoli naturali più affascinanti del mondo. 

Grandi gruppi di megattere svolgono la loro migrazione annuale dall’Antartide alle acque protette dell’isola del Madagascar, dove partoriscono e si prendono cura dei piccoli, per poi attuare spettacolari rituali di corteggiamento.  

Restano lì fino alla fine dell’inverno, prima di ritornare ai mari freddi dove li attende una grande abbondanza di cibo.  

Quello che vi colpirà sarà sicuramente l’agilità con la quale queste enormi creature, che possono raggiungere anche i 15 metri di lunghezza e un peso di 45 tonnellate, scivolano attraverso le onde, regalando a chi le osserva una visione mozzafiato.   

Il Madagascar è uno dei migliori luoghi al mondo dove fare whale watching, e avvistare megattere e balene mentre si muovono e saltano fuori dal mare nello stretto canale che separa l’isola dal Mozambico, sulla terraferma. Si possono vedere addirittura da terra, ma il modo migliore per ammirarle è sempre a bordo di un motoscafo veloce e con una guida specializzata.  

Volete regalarvi un’esperienza al di là di ogni immaginazione? Scoprite tutte le nostre migliori offerte per organizzare un viaggio sub in Madagascar e vivere questa e mille altre avventure straordinarie nella “grande isola” dell’Oceano Indiano.

Whale watching alle Isola Azzorre  

Bagnate dall’Oceano Atlantico, le isole Azzorre, in Portogallo, sono un gruppo di 9 isole situate a circa metà strada tra Europa e Nord America.  

Le acque che le circondano sono tra i migliori luoghi al mondo per il whale watching e vivere l’esperienza unica di confrontarsi con questi giganti del mare.  

La stagione del whale watching alle Azzorre inizia a marzo, sulla rotta della balenottera azzurra, l’animale più grande che sia mai esistito sul nostro pianeta.  

Da inizio aprile ai primi di maggio, gli eventi stagionali continuano con il passaggio delle grandi balene migratorie. In questo periodo, insieme alla balenottera azzurra, è possibile incontrare altri misticeti (i cetacei con i fanoni) quali la balenottera comune, la balenottera boreale e la megattera: uno spettacolo straordinario in grado di lasciare a bocca aperta chiunque vi assista.  

Da metà maggio a fine giugno, è il turno del capodoglio, il più grande tra gli odontoceti (cetacei con i denti), che si immerge a profondità abissali per cacciare calamari, tra cui il leggendario calamaro gigante.  

Nei mesi di luglio e agosto, le femmine di capodoglio danno alla luce i piccoli che, alla nascita, sono lunghi “appena” 4 metri.   

Ma le sorprese della natura non sono ancora finite! È proprio infatti in questo periodo che alcuni dei cetacei meno conosciuti raggiungono queste isole: sono i misteriosi zifidi. Dotati di soli 2 denti nella mascella inferiore (spesso presenti solo nel maschio), quest’ultimi si immergono a profondità paragonabili a quelle del capodoglio. Tra di essi spiccano l’iperodonte boreale (lungo fino a 9 metri), il mesoplodonte di Sowerby e lo zifio.  

Noi non ci stancheremmo mai di vedere queste creature straordinarie! E voi, avete già preparato binocolo e macchina fotografica? Cliccate qui per scoprire come lanciarvi in questa nuova fantastica esperienza!  

Whale watching alle Canarie

Le Canarie sono una delle destinazioni europee più importanti per i viaggi sub. Qui è possibile anche praticare whale watching e vivere l’emozione unica di trovarsi al cospetto dei grandi giganti del mare.

La ricchezza dei fondali di queste isole e la temperatura delle acque quasi sempre costante che si aggira intorno ai 20°/22° attraggono tutto l’anno numerose specie di cetacei tra cui balene, delfini, balenotteri, megattere e capodogli.

Nella maggior parte dei casi non serve allontanarsi molto dalle coste per scoprire questi simpatici e meravigliosi abitanti del mare.  Le isole infatti ospitano fino a sei specie diverse di delfini, grandi colonie di balene, megattere lunghe fino a 16 metri e i giganteschi e affascinanti capodogli.

Per questo sono diventate una delle mete europee preferite dagli amanti del whale watching: se anche voi volete vivere queste emozioni scoprite subito le offerte per organizzare insieme a noi un viaggio sub alle Canarie.

DiveCircle
Leave a Comment